logo

Sempre per una cassa malati unica! PDF Stampa E-mail
Scritto da redazione   
Martedì 13 Ottobre 2009 09:17

CASSA MALATI PUBBLICA UNICA (FORSE CANTONALE?) E FONDO DI SOLIDARIETÀ PER I SUSSIDI

I giovani ticinesi fra i 19 e i 25 anni pagheranno nel 2010 dei premi di cassa malati maggiorati del 9,4%. Riguarderà loro principalmente la stangata degli ormai tradizionali aumenti dei premi in questo settore. Aumenti dovuti al fatto che in Svizzera la salute della popolazione è un affare redditizio retto dalla legge del mercato e non da quello del benessere collettivo: le assicurazioni private intendono guadagnare sulle spalle dei malati e il nostro governo approva questa situazione.

Il Partito Comunista ribadisce la necessità di creare una sola cassa malati statale, un servizio pubblico con premi in base al reddito. Questa idea era stata bocciata in votazione popolare pochi anni fa a causa della costosa campagna di disinformazione che ha creato paure ingiustificate fra i ceti popolari. Ma oggi siamo al punto di partenza: nulla è migliorato e si impone un drastico cambiamento di rotta, una riforma strutturale in questo settore!

Rivendichiamo quindi una cassa malati unica, pubblica e sociale a livello federale, ma se Berna continuerà ad essere insensibile ai problemi della popolazione e continuerà solo a garantire il profitto degli assicuratori privati, allora che si parta in Ticino almeno con un fondo di solidarietà pagato dalle imprese (che sono in parte responsabili di tante malattie professionali) e dai redditi più alti per finanziare i sussidi cantonali, i cui limiti vanno estesi per le famiglie a un imponibile di almeno 34'000 fr. come chiede un'iniziativa socialista ancora pendente.

L'ipotesi invece di proporre la creazione di una cassa malati unica cantonale, seppure con dei dubbi circa il suo mantenimento, sarà oggetto di attenta discussione di un prossimo Comitato Cantonale del Partito Comunista.

 


Created by P-Live. Ticino Top - classifica blog e siti ticinesi