logo

Basta divieti alla musica: Locarno accoglie la proposta del Partito Comunista. PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Venerdì 02 Ottobre 2015 22:24

Nel febbraio 2015 il consigliere comunale del Partito Comunista Simone Romeo - a cui è recentemente subentrato, sempre per il PC, il consigliere comunale Nicolas Fransioli - aveva inoltrato un’interpellanza (sostenuta da altri quindici consiglieri comunali) al Municipio di Locarno, chiedendo se non fosse il caso di stralciare dall'Ordinanza municipale che disciplina l'attività degli esercizi pubblici il capoverso che fissava a un limite di 12 i concerti autorizzati per ogni singolo bar e la relativa restrizione di 15 giorni di distanza tra un evento e l'altro.
Il Municipio di Locarno ha comunicato oggi di aver deciso di dar seguito positivamente alla richiesta del Partito Comunista e del suo consigliere comunale che chiedeva appunto di cessare con la politica dei divieti nei confronti della musica: una buona notizia non solo per gli esercenti, ma soprattutto per i giovani locarnesi che possono ora ambire a una città più viva. Il lavoro da portare avanti resta ancora molto a favore di un’aggregazione sociale ancora più variegata, tuttavia si tratta sicuramente di un primo passo verso la rianimazione della vita culturale e notturna di Locarno, a cui siamo fieri di aver contribuito.

 

 

 

 


Created by P-Live. Ticino Top - classifica blog e siti ticinesi