logo

Segnalata al Ministero Pubblico la presenza di Pineira PDF Stampa E-mail
Scritto da redazione   
Domenica 24 Maggio 2009 17:56

Il Partito Comunista ha segnalato al Ministero Pubblico della Confederazione la presenza di Josè Pineira, ex ministro del dittatore cileno Pinochet,
prevista a Lugano il 29 maggio nell'ambito di una conferenza sulle pensioni e sulla loro possibile capitalizzazione.

Pubblichiamo di seguito la segnalazione integrale inviata al Ministero Pubblico:

Segnalazione della presenza in Lugano dell’ex. ministro cileno signor Josè PINEIRA

Lodevole Ministero pubblico della Confederazione,
On.le Procuratore generale, gentili signore, egregi signori,

ci rivolgiamo a Codesto Lodevole Ministero pubblico della Confederazione alla scopo di segnalare la presenza in Lugano del signor Josè PINEIRA ECHENIQUE, 06.10.1958, cittadino cileno, già ministro del governo del capo di stato maggiore delle forze armate, generale Augusto Josè Ramon PINOCHET UGARTE, nel periodo compreso tra il 1978 e il 1981, segnatamente quale ministro del lavoro e della sicurezza sociale dal 1978 al 1980 e quindi quale titolare del ministero delle miniere sino al 1981.
Concretamente si segnala la presenza del signor Josè PINEIRA ECHENIQUE in Lugano, la sera di venerdì 29 maggio 2009 in qualità di oratore -unitamente al Cons. nazionale Ignazio CASSIS-, nell`ambito di una serata informativa indetta dall`Associazione Liberisti Ticinesi (ALT), annesso documento probatorio.

Premesso che professarsi “liberista” e “fascista” non costituisce titolo di reato, palese ci sembra tuttavia il coinvolgimento diretto e/o indiretto del signor Josè PINEIRA ECHENIQUE nella sanguinosa esperienza governativa posta in essere dal generale Augusto Josè Ramon PINOCHET UGARTE.
Non secondaria ai fini della presente segnalazione, l’azione svolta dal signor Josè PINEIRA ECHENIQUE nel contesto dei compiti di grande responsabilità assunti quale ministro ai tempi dell’odiosa dittatura cilena. Concretamente, la complicità è nell’azione svolta dal 1978 al 1980 quale ministro del lavoro e della sicurezza sociale, richiama una responsabilità diretta del signor Josè PINIERA ECHENIQUE in quella parte di repressione portata avanti in ambito economico, con relativa privazione della popolazione dei più elementari diritti sindacali, provocando inoltre una alienazione di massa delle lavoratrici e dei lavoratori, a fronte di uno spudorato arricchimento dei ceti sociali già ricchi. In questa sede non si esclude che delle richiamate misure repressive possano aver patito anche cittadini svizzeri e/o con doppia nazionalità residenti in Cile tra il 1978 e il 1981.

La brutale repressione esercitata dal dittatore Augusto Josè Ramon PINOCHET UGARTE non si è limitata al solo periodo del colpo di stato del settembre 1973, ma si è protratta per molti anni a venire. Concretamente non si esclude che anche nel periodo 1978 - 1981 sia stata praticata la tortura, la fucilazione, il sequestro e la sparizione di esseri umani. Attività criminose penalmente rilevanti, direttamente e/o indirettamente avvallate anche dal ministro Josè PINEIRA ECHINIQUE che, ad ogni buon conto, in ragione della funzione di titolare di un ministero, va considerato coinvolto oltre ogni ragionevole dubbio.
Al riguardo ci pare particolarmente indicativo segnalare il periodo quale ministro delle miniere (1980 - 1981) del signor Josè PINEIRA ECHINIQUE. Settore economicamente strategico per la nazione cilena. Ebbene, proprio all’inizio degli anni 1980 ebbero avvio gli storni di fondi pubblici su conti esteri direttamente e/o indirettamente riconducibili al dittatore Augusto Josè Ramon PINOCHET UGARTE o a suoi familiari, oppure a suoi presta nomi, attraverso il Banco RIGGS. Fattispecie penalmente rilevante e oggetto d’inchiesta dell’autorità giudiziaria.

La presente e circostanziata segnalazione al Ministero pubblico della Confederazione, della presenza in Lugano di un ex ministro della dittatura fascista del generale Augusto Josè Ramon PINOCHET UGARTE , è da considerarsi un atto dovuto, in quanto il Ministero pubblico della Confederazione è l’autorità preposta alle indagini in caso di presunzione di reati che giusta l’art. 336 e 337 CP, rientrano nella giurisdizione penale federale: concretamente reati quali il genocidio; la criminalità organizzata che tocca più Paesi o Cantoni; la criminalità economica che tocca più paesi o Cantoni.
In ragione di quanto precede, a Codesto Lodevole Ministero pubblico della Confederazione si chiede di verificare attentamente se a carico del signor Josè PINEIRA ECHENIQUE, 06.10.1948, cittadino cileno, non vi siano procedimenti pendenti relativi al periodo direttamente e/o indirettamente collegato alla dittatura militare in Cile, o se non vi siano segnalazioni particolari alla RIPOL e complessivamente si chiede di verificare se la presenza in Svizzera di un fascista del calibro del signor Josè PINEIRA ECHENIQUE, non costituisca motivo di grave turbamento o di messa in pericolo delle istituzioni democratiche.

con ossequio: per il:
Partito comunista
Renzo Tagliaferri, membro della segreteria

 


Created by P-Live. Ticino Top - classifica blog e siti ticinesi