logo

Sciopero alla LATI: è necessario un CCL stabilito dai lavoratori! PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 25 Giugno 2012 21:17

Il Partito Comunista esprime solidarietà ai lavoratori e alle lavoratrici della LATI SA di S.Antonino che, raccogliendo l'invito dei sindacalisti di UNIA, hanno deciso di bloccare la produzione martedì 18 giugno. Da mesi si segnala una vita insopportabile in azienda, con una totale chiusura al dialogo da parte della Direzione: anche per questo l'adesione allo sciopero è stata unanime e partita dal basso. Le maestranze hanno giustamente chiesto garanzie in vista della stipulazione di un Contratto Collettivo di Lavoro (CCL) che possa migliorare le loro condizioni di lavoro.

 

 

Dopo solo 3 ore di astensione dal lavoro, la Direzione ha dovuto accettare un accordo che fissa i principi chiave del CCL, in particolare i salari minimi e le regole per la partecipazione democratica di operai e impiegati. La più grande azienda agricola del cantone, che ancora riesce a garantire un bicchiere di latte al giorno per ogni bambino, maltratta chi vi lavora e paga pochissimo i produttori.

 

Il Partito Comunista invita quindi tutti i lavoratori e le lavoratrici del settore a far valere i propri diritti con la lotta sindacale e invita la popolazione ticinese a farsi sentire in sostegno di quello che dovrebbe essere un servizio pubblico. L'attuale sistema di monopolio privato nel mercato del latte, infatti, permette a pochissime potenti famiglie di sfruttare i lavoratori e le lavoratrici della produzione del latte e più in generale gli operai agricoli e i piccoli contadini. Sostenere i lavoratori della LATI SA significa sostenere i lavoratori le lavoratrici del settore della natura, di chi capisce l'importanza della difesa del territorio.

 

Il Ticino, da sempre terra di contadini, oggi rischia di lasciare spazio solo a cemento, banche e logistica, vista la miope politica economica di speculatori e governo. Il Partito comunista, al contrario, difende un sistema di produzione che sia pubblico, rispettoso di chi lavora, della natura e capace di rispondere ai bisogni della collettività.

 

 


Created by P-Live. Ticino Top - classifica blog e siti ticinesi