logo

Solidarietà agli allievi del CPC di Chiasso: il DECS intervenga subito! PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Venerdì 10 Febbraio 2012 09:31
Questa mattina (10 febbraio 2012) gli studenti del Centro Professionale Commerciale di Chiasso sono entrati in sciopero. E' un'agitazione legittima che gode della piena solidarietà del Partito Comunista e che merita la massima attenzione e rispetto. Condanniamo pertanto chi, purtroppo anche nel corpo insegnante, non ha saputo fare altro che intimidire gli studenti  inventandosi la panzana secondo cui scioperare sarebbe illegale: lo dicano ai lavoratori delle officine se ne hanno il coraggio!
La scuola in questione è un cantiere aperto con temperature inaccettabili (le minime sono di 11 gradi nei corridoi e 14 gradi nelle aule). Oltre a ciò mancano infrastrutture, a partire dai servizi igienici insufficienti per circa trecento allievi. Il problema dell'edilizia scolastica insomma esiste e il recente scandalo alla sezione Logistica del Cantone non aiuta.
Il Partito Comunista invita il DECS, guidato dal compagno Manuele Bertoli, non solo ad aprire subito una trattativa seria con i giovani e con il loro sindacato, ma pure a stanziare i fondi necessari per terminare l'opera e ridare dignità a quella scuola, ai docenti e agli allievi che giorno per giorno la vivono.
 


Created by P-Live. Ticino Top - classifica blog e siti ticinesi