logo

Solidarietà agli operai della Mutti SA PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Giovedì 15 Dicembre 2011 23:42

Il Partito Comunista sostiene la lotta dei 52 operai dell'impresa edile Mutti SA di Bellinzona contro il licenziamento e condanna l'atteggiamento socialmente irresponsabile della parte padronale. Ricordiamo infatti che l'azienda dispone di una tabella dei lavori colma per tutto il 2012. Le rivendicazioni dell'assemblea dei lavoratori sono quindi tutte legittime e ragionevoli e meritano una risposta positiva e tempestiva dell'ente pubblico. Quanto accade alla Mutti SA e ad altre aziende simili non sono altro che le prime avvisaglie dello scoppio di una bolla speculativa del settore edile del nostro Paese, il quale è negli ultimi anni stato drogato all'inverosimile dai tassi di interesse bassissimi.

Occorre a questo punto che ci si interroghi sul dato economico e politico della vertenza: l'azienda in questione è infatti principalmente attiva nell'ambito della pavimentazione stradale. La stragrande maggioranza dei clienti delle ditte operanti nell'asfalto è lo Stato. Piuttosto che limitarsi ad indignarsi per quanto commesso dal proprietario della Mutti SA, occorrerebbe procedere a una statalizzazione cantonale del settore dell'asfalto affinché sia tolto dalla speculazione delle aziende private del settore che trattano i lavoratori come oggetti privi di valore. Se si continua ad andare avanti senza mutare questa situazione, infatti, si aprono ampie possibilità di vedere nuove "asfaltopoli".

 


Created by P-Live. Ticino Top - classifica blog e siti ticinesi