logo

Chi sono i veri patrioti? I civilisti che preservano le nostre montagne o i militari che le incendiano? PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Sabato 10 Dicembre 2011 22:07

Un incendio è scoppiato a Isone, nei pressi della zona militare in cui si addestra la truppa più fanatica dell'esercito svizzero. Nonostante le condizioni meteo inopportune l'esercito ha continuato a imporre le sue esercitazioni di tiro in modo del tutto irresponsabile e da giorni le fiamme stanno avvolgendo la valle Serdena, rovinando l'eco-sistema di oltre 40 ettari, per quanto finora fortunatamente sembra non essere stata coinvolta alcuna area boschiva. La Gioventù e il Partito Comunista chiedono che sia aperta un'inchiesta indipendente e severa che verifichi se l'esercito (a cui tutto è concesso) abbia tenuto conto di tutti i regolamenti civili (e ribadiamo: civili!) sulla prevenzione degli incendi. Se così non fosse i responsabili devono essere chiamati alla cassa individualmente.

E mentre l'esercito - che si vanta di essere utile in caso di catastrofe, anche se rappresenta un doppione con altri corpi specializzati – stupra intere vallate, devastando flora e fauna, trasformandole in enormi campi di guerra e appicca incendi per giustificare le spese per le sue infrastrutture d'armamento, i giovani che scelgono di prestare servizio civile in alternativa al militare, sono impegnati a sistemare i sentieri e restituire decoro alle nostre valli. Questi giovani devono però ancora subire discriminazioni da parte dalla casta militarista che guida il Paese. I comunisti stanno con loro!

 


Created by P-Live. Ticino Top - classifica blog e siti ticinesi