logo

La Federcommercio alla conquista della Radio e della TV pubbliche? PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Giovedì 26 Maggio 2011 18:57

Abbiamo appreso con preoccupazione la scelta della Federcommercio di proporre Enzo Lucibello, direttore di Mediamarkt di Grancia in qualità di membro ("sganciato dalle logiche di partito"!) del Consiglio regionale della CORSI. Poco importa se Lucibello abbia o meno una tessera di partito in tasca, egli non rappresenta la popolazione, egli si trova lì su incarico di un'organizzazione padronale.

Il padronato ticinese, non contento di influenzare le priorità politiche del governo attuale, ha così deciso di conquistare in modo più che palese il mondo dell'informazione, che oltre ad essere determinante politicamente, lo è anche economicamente. La Federcommercio spiega questa candidatura - sostenuta peraltro dall'ex-partito di maggioranza relativa (PLRT) - con il fatto che Lucibello conosca le "esigenze dei commercianti". Cosa c'entrano le esigenze dei commercianti con il servizio pubblico (e sottolineiamo pubblico!) radiotelevisivo? Anche i sindacati allora, o i movimenti studenteschi e i partiti di opposizione sociale avranno questi spazi che invece vengono riservati al padronato che già controlla abbastanza questo nostro Paese?

 

 


Created by P-Live. Ticino Top - classifica blog e siti ticinesi